Lazise: il lungolago davanti alla “Pergolana” dovrà attendere ancora. Il Consiglio di Stato sospende ordinanza di sgombero del Comune

Potrebbero interessarti anche...

4 risposte

  1. Attilio Romagnoli ha detto:

    Gli eredi non fanno certo onore al loro avo: Vittorio Cavazzocca Mazzanti fu un erudito veronese, poligrafo dai molti interessi, archeologo, fotografo, umanista, autodidatta per sua ammissione. Nella prima fase della sua vita fino ai quarant’anni, fu l’attivo giornalista sportivo John Sportsman (uno dei suoi pseudonimi), a lungo collaboratore con periodici italiani, francesi e belgi.
    Turista attivissimo, percorse più volte le strade d’europa in bicicletta spingendosi fino in Olanda. Si battè per affermare la democraticizzazione della bicicletta, contro i perbenisti che la ritenevano inadatta alle donne e ai preti.
    Dalle colonne de “il ciclista Veneto” nel 1895, reclamava il ruolo avuto nella vicenda che portò all’istituzione di un Touring Club Italiano, volendo fortemente che anche in Italia si imitasse ciò che esisteva già all’estero. Contribuì alla redazione della prima guida del Touring Club in particolare per le nostre bellissime terre veronesi.
    Fu un divulgatore, una sorta di promoter diremo ai giorni nostri, ma anche un fiero oppositore alle amministrazioni comunali che ostracizzavano i ciclisti.

  2. Attilio Romagnoli ha detto:

    (Pardon, ammesso che “il privato” proprietario di Villa Pergolana sia ancora un erede dell’illustre Vittorio Cavazzocca Mazzanti che vi abitò)

    • Alberto Corso ha detto:

      Desidero ringraziare il Sig. Romagnoli per aver dato il giusto onore all’illustre Lacisiense Vittorio Cavazzocca Mazzanti copiando ed incollando un articolo del 12 Agosto 2009 pubblicato sul seguente link:

      https://agrestemente.wordpress.com/2009/08/12/il-movimento-lento/#comments

      Invito tutti gli interessati a leggere l’articolo per intero così da poter ancora meglio cogliere lo spirito di questo grande uomo che sicuramente si sarebbe opposto a tutte le opere di cementificazione e urbanizzazione selvaggia che purtroppo, giorno dopo giorno, stanno deturpando le coste lacustri del Garda.
      In qualità di privato proprietario di una piccola porzione di Villa Pergolana mi auguro che la provvidenza mi dia il tempo, la determinazione e la curiosità intellettuale per elevarmi ad un livello di erudizione tale da essere degno del mio illustre avo.
      Ovviamente porgo lo stesso augurio anche al pregevole Sig. Romagnoli ringraziandolo ancora una volta per la sua dotta dissertazione sul Conte Cavazzocca Mazzanti.

      Cordialità,
      Alberto Corso

  3. Attilio ha detto:

    Grazie Sig. Corso, l’articolo l’ho scritto io nel 2009. Invito tutti a leggere il libro edito dall’associazione Francesco Fontana: “Vittorio Cavazzocca Mazzanti, un erudito tra otto e novecento”.

Lascia un commento

Translate »