Palazzo municipale di Lazise. Il sindaco: “Una nave che stava affondando”

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Renzo Franceschini ha detto:

    Aspetterò l’approfondimento dei temi trattati durante la serata, però per adesso, vorrei fare alcune considerazioni.

    In primo luogo voglio osservare che la nostra amministrazione (che negli ultimi anni ha avuto le stesse difficoltà di bilancio,legate al rispetto del patto di stabilità, incontrate da tutte le amministrazioni pubbliche), ha chiuso il proprio mandato amministrativo (2003 – 2013) approvando il bilancio consuntivo con un avanzo di amministrazione di poco superiore ai 300.000,00 €.
    Entrando nel merito, abbiamo quasi azzerato i mutui, abbiamo mantenuto il prelievo IMU al minimo di legge, non abbiamo mai introdotto l’addizionale comunale IRPEF, non abbiamo aumentato il canone di occupazione del suolo pubblico, abbiamo mantenuto inalterate le tariffe relative agli oneri di urbanizzazione, abbiamo rinnovato le convenzioni con le scuole materne garantendo le condizioni tra le migliori (se non le migliori) applicate dai Comuni a noi limitrofi, abbiamo continuato ad applicare le migliori tariffe riferite all’erogazione dei servizi di mensa e trasporto scolastico.
    Per quanto riguarda gli uffici comunali, osservo che la situazione che si è venuta a creare con l’insediamento della attuale amministrazione, è frutto di ciò che, la stessa (nel mandato precedente all’opposizione), ha seminato.
    Mi riferisco alle denunce fatte ad un nostro dipendente, relative alla propria attività in qualità di responsabile di ufficio, che stanno seguente il proprio iter, e più in generale, ad una attività di opposizione incentrata sulla ostruzione a prescindere.
    Per il resto dell’organigramma del personale, poiché vincolati ai vincoli di bilancio più sopra richiamati, abbiamo fatto fronte all’ emergenza nel modo migliore possibile e, considerate tutte le difficoltà, abbiamo garantito il normale funzionamento degli uffici, rispettando i bisogni dei nostri cittadini così come richiesti e previsti nel nostro programma amministrativo.
    Piuttosto, l’attuale amministrazione, invece di voler giustificare le loro incertezze motivandole con mancanze della precedente amministrazione, valuti bene il proprio percorso e non perda importanti contributi di molte migliaia di €uro (250.000,00 già comunicati dalla Regione Veneto), non tolga importanti fonti di finanziamento al bilancio derivanti da provvedimenti già approvati e già efficaci, per importi di qualche milione di €uro, e poi dire che hanno raschiato il fondo del barile per chiudere il proprio bilancio.

Lascia un commento

Translate »